Organizzare una baby shower è una buona o una cattiva idea?

La baby shower è una pratica di origine statunitense, da tempo diffusa anche nel resto del mondo, ma che comincia solo da qualche anno a prendere piede anche in Italia. Il principio alla base di questo evento è infatti universale: festeggiare la gioia per l’imminente nascita di un bambino e, più in generale, la maternità. Anche per questo, in genere, è una festa che si svolge tra sole donne.

Ma allora perché questa usanza fatica a diffondersi anche da noi? Per il semplice fatto che la baby shower è una festa prenatale e che, per scaramanzia, molti genitori preferiscono non festeggiare prima del tempo, anzi, alcuni sono soliti dire che brindare (ovviamente senza alcol per la futura mamma, eh!) potrebbe addirittura portare sfortuna!

Tua sorella o la tua migliore amica aspetta un figlio e vuoi organizzarle una baby shower? Innanzitutto parlagliene, perché non devi avere dubbi sul fatto che voglia festeggiare anche lei e la sua volontà va rispettata. Se è indecisa e chiede consigli a te, ecco a te qualche utile argomentazione per spiegarle che una baby shower non è di per sé una cattiva idea… ops! Abbiamo risposto alla domanda iniziale di questo articolo senza nemmeno spiegare perché!

Per i più superstiziosi, comunque, esiste una valida alternativa: una baby shower post-natale, che tra l’altro rappresenta l’occasione perfetta per far dimenticare anche solo per qualche ora alla mamma le sue notti insonni e festeggiare la nascita con le persone che le sono più care. La baby shower post natale, che ha anch’essa un nome e oltreoceano si chiama Sip and See, è tuttavia più orientata al neonato rispetto alla tradizionale baby shower prenatale, che celebra la gravidanza e la maternità. Durante una Sip and See, quindi, sono soprattutto i regali nascita a essere fatti alla mamma.

La baby shower prenatale è quindi importante perché è incentrata sulla mamma, più che sul bambino. Il termine inglese “baby shower” o “baby shower party” deriva dalla parola “shower” che significa “rovescio” e esrpiem l’deia di voler “inondare” la futura puerpera con una pioggia di regali. Perciò non si parla per forza di regali nascita, ma soprattutto di regali mamma, come ad esempio un bel vestito premaman elegante o un costume da bagno da donna incinta che le permetterà di non doversi infilare in un vecchio costume XXL per poter godersi due ore di mare… ma poi ottime idee sono anche un buono regalo o una seduta relax per massaggi, manicure, terme o qualsiasi altra attività,rilassante e solo per lei. Il tutto ovviamente condito di caramelle, dolci vari & co, da consumare con moderazione, ma immancabili per una baby shower che si rispetti!

Morale della favola: la baby shower è certamente un’ottima idea, a patto di ascoltare le esigenze della futura mamma. Ad ogni modo dedicare un po’ di tempo a fare festa è per noi sempre una buona idea, tanto più se l’evento da celebrare è tutt’altro che banale e anzi davvero straordinario come la maternità. Il bambino che verrà alla luce qualche settimana dopo sarà al centro dell’attenzione di tutti, allora, almeno per la baby shower, la star, lasciamo che sia la mamma!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.