ContattiHai domande? Il mio profilo Accedi Crea il mio profilo Stato dell'ordine Stato dell'ordine
0 Carrello
0
Carrello
0 €nessun regalo
  1. Home

  2. Festa della mamma

  3. Guida festa della mamma

  4. Storia e origini della festa della mamma

Storia e origini della festa della mamma

La festa della mamma è una ricorrenza molto speciale e ormai radicata nelle tradizioni della maggior parte degli italiani. In Italia, la data della festa della mamma coincide con la seconda domenica di maggio. Ma da dove proviene questa tradizione? Le prime tracce di celebrazioni della maternità si trovano già nella mitologia greca. Partendo proprio dall’antica Grecia, fino ad arrivare ai giorni nostri, ripercorriamo le varie origini e la storia dell’ormai celebre festa della mamma.

Mitologia greca: cerimonie in onore della madre degli dei

Déesse Rhéa - Mère des dieux

Le prime tracce di una sorta di festa della mamma si trovano nella mitologia greca. Nell’antica Grecia, in primavera, si rende omaggio alla "Grande Madre", rappresentazione della dea Rea (Cibele nella mitologia romana), moglie di suo fratello Kronos e madre di Estia, Demetra, Era, Ade, Poseidone e Zeus. In tale occasione si celebravano la fertilità delle Terre, la fecondità e la maternità. La cerimonia si svolgeva alle idi di marzo, corrispondenti al 15 marzo del calendario romano. 

Antica Roma: le feste religiose Matronalia e Hilaria

Déesse Cybèle Grande Mère

I primi a festeggiare le madri in senso stretto sono gli antichi romani. Tra le loro varie feste religiose, infatti, se ne trovano due collegate alla madre, alla maternità e alla fertilità. Il 1 marzo si celebravano le Matronalia: festività dedicata alle matrone, ossia le mogli e le madri. Il 25 marzo è invece il turno delle Hilaria: festività primaverili in onore di Cibele (cf. mitologia greca).

 

 

La Maternità nel Cristianesimo

Marie, mère de Jésus

Nei cristiani la maternità non è un argomento affrontato direttamente, poiché in contraddizione con la verginità di Maria. Le feste cristiane legate al culto della Madonna, madre di Gesù, sono diverse, ma nessuna celebra la fecondità. L’unica celebrazione in cui si evoca la maternità è la domenica Laetare, che fa riferimento al latte materno. La festività coincide con la quarta domenica di Quaresima e l’usanza vuole che ci si rechi presso una Basilica, una Cattedrale o comunque nella chiesa maggiore più vicina per ritrovarvisi con tutta la famiglia al completo.  In Regno Unito e in Irlanda questa cerimonia religiosa, detta Mothering Sunday, è stata per lungo tempo l’equivalente della festa della mamma, tanto che ancora oggi la data della festa della mamma è rimasta la stessa. 

 

Proclamazione di una giornata in onore della madre nel 1870 negli Stati Uniti

Portrait de Anna Jarvis

L’idea di una festività legata alle mamme torna in auge negli USA nel 1870 quando un’attivista per la pace dà il via alla Proclamazione della Giornata della Madre, invitando le madri del mondo intero a unirsi per la pace. Tuttavia a promuovere l’internazionalizzazione della festa della mamma sarà, agli inizi del ’900, Anna Jarvis, che prima fondò i “club di madri" con lo scopo di promuovere un’unione di pace e pio, nel 1912, creò l’associazione internazionale della Giornata della madre. È proprio grazie a Anna Jarvis che, nel 1914, gli Stati Uniti proclamano ufficialmente una giornata dedicata alle madri. 

 

In Italia la festa della mamma ha origine nella seconda metà degli anni ’50

Prix de Haut mérite maternel

In Italia, sebbene diverse celebrazioni occasionali furono legate alla madre anche prima degli anni ’50, due eventi contribuirono a dare il la alla festa dalla mamma come la conosciamo oggi. Prima ci fu la manifestazione organizzata a partire dal 1956 a Bordighera da Raoul Zaccari, senatore della Repubblica e sindaco del paese ligure, in collaborazione con Giacomo Pallanca, presidente dell’Ente Fiera del Fiore e della Pianta Ornamentale di Bordighera-Vallecrosia. L’anno successivo, invece, don Otello Migliosi parroco di Tordibetto, frazione del comune di Assisi, organizzò una festa in onore della madre e del suo grande valore cristiano. Fu da quel momento in poi che la festa della mamma iniziò a prendere piede in tutto lo stivale. 

 

Le guerre mondiali all’origine dell’internazionalizzazione della festa della mamma

Journée des Mères Lyon 1918

A contribuire a internazionalizzare la festa della mamma furono le due guerre mondiali. All’epoca non si trattava però di una festa particolarmente allegra, perché era l’occasione di rendere omaggio alle madri di famiglia e alle spose che avevano perso il marito o i figli durante gli scontri bellici. 

 

 

 

Presentazione di un disegno di legge per ufficializzare la festa

Affiche Fête des mères de Pétain

Nel 1958 fu ancora una volta il senatore Raoul Zaccari, assieme ad altri sei senatori della Repubblica, a presentare un primo disegno di legge  riguardante l’istituzionalizzazione della festa della mamma. La questione diede origine a un acceso dibattito che si protrasse a lungo nell’aula del Senato. La festività prese comunque piede in tutta Italia e, alla fine, come data per celebrarla si impose la seconda domenica di maggio.

 

 

 

Le madri, quindi, sin dall’antichità sono state spesso poste su un piedistallo per il loro importante ruolo all’interno della famiglia. Oggi l'attuale festa della mamma rende loro omaggio meno dal punto di vista pragmatico (quello della natalità) e più da quello emotivo (l’amore della mamma). Spesso alla mamma viene consegnato un lavoretto, recitata una poesia o offerto un piccolo regalo festa della mamma perché ogni occasione è buona per ricordarle che le vogliamo bene!


Maggiori informazioni su Guida festa della mamma